fbpx

scopri i testi

La vertigine prima di saltare

No non mi nascondo più

Paure ne ho

E se non fossi abbastanza

Superando i miei limiti

Mi libererò la strada

Strada nuova

Sai le paure gridano

Io non più

E mi sorprendo a ridere

Capita di perdersi

Io salvo te

Tu salverai.

Signorina buonasera lei ha bisogno di dormire

Signorina buonasera lei ha una faccia che fa male

Non mi dica è stata sveglia a cercar di rimediare

E la vita che che cancella è il tempo che si mangia il male

Alzati

È la vita che vendica

Io sono solo un pò sadica

Quanto tempo a cercare di espiare tutte quante le mie colpe

Ma non mi importa più

Me le tengo tutte addosso come fossero dei fiori

Chi è senza peccato

Se ne prenda uno dei miei

Signorina buonasera lasci pure il mondo fuori

Questa notte stiamo soli sotto il peso degli errori

Sono tutti cosi bravi a lavarsene le mani

Ad accusare senza osare senza mai lasciarsi andare

Alzati

È la vita che vendica

Io sono solo un pò sadica

Quanto tempo a cercare di espiare tutte quante le mie colpe

Ma non mi importa più

Me le tengo tutte addosso come fossero dei fiori

Chi è senza peccato

Se ne prenda uno dei miei

Signorina buonasera lei ha bisogno di dormire

Signorina buonasera lei ha una faccia che fa male

Io non ti perdonerò

Neanche un attimo un briciolo di bugia

Io ho deciso che

Ti butto via

L’altra guancia la tengo per me

Per una nuova fotografia

E’ come strappare il mio cuore nell’ora di punta

Cadere giù

Guardare il sole con occhi scoperti per poi

Non vederci più

Ma quanto male fa

Soli in questa città

Cuore demonio

Mi tradirà

E quello che ho amato di più

Mi manca all’anima

Ma so , lo conosco

Durerà

Giusto il tempo di una sigaretta

Il suo fumo è ..malinconia

E’ come strappare il mio cuore nell’ora di punta

Cadere giù

Guardare il sole con occhi scoperti per poi

Non vederci più

Ma quanto male fa

Soli in questa città

La malattia delle cose non dette

Le 4 che aspettano il sonno

Il peccato dell’indifferenza

La pazienza che aspetta sentenza

Il tormento che bussa alla pace

È l’abbraccio più stretto del mondo

L’imbarazzo di alzare lo sguardo

E il coraggio di avere paura

Io ho paura

A tutti i fogli che hai strappato

Le parole che hai buttato

Aspettando il giorno giusto

Il tuo giorno da leone

A tutti i semi che hai piantato

Fiducioso come il sole

Di vederli germogliare

Solo sotto la passione

A quell’amore immaginato

Quello che non hai voluto

Che hai sentito essere troppo

E che non ti sei meritato

A te che non sorridi sempre

A te che ti perdi cosi facilmente

Salvati

Nel nome di tutte le tue speranze

Tra il sacro ed il profano delle preghiere fatte

Sei sommerso fino al collo

A chi ci vuole stare accanto

Anche quando costa troppo

Anche quando è troppo tempo che noi non ci sopportiamo

A chi ha deciso che sta meglio

Dimenticando il nostro volto

Dimenticando il nostro volto

Dimenticando sono morto

Non è più tempo di stare da parte

Tu non hai vissuto mai

Non lo ha capito mai

Salvati

Nel nome di tutte le tue speranze

Tra il sacro ed il profano delle preghiere fatte

Salvati

Nel nome di tutto l’orgoglio che hai messo da parte

Agrodolce illusione che

Tu sia per sempre

Dietro tutte le cose che pensiamo di conoscere bene

Se ne nascondono altrettante

Che non conosciamo affatto.

Chiudi pure quella porta se vuoi

Il fare finta leviga

Lava questa indifferenza, la mia

Prova a trattenermi qua

Io non credo più in quello che ho

Io non credo più

Nella pace del mondo la pace tra noi

Santa pace che c’è

Avrò cura di me

Delle poche certezze

Avrò cura di quello che resta

E che a volte non so più capire

Avrò cura di me

Delle mie debolezze

Avrò cura di quello che resta

E che a volte non so più lenire

Avrò cura di me

Siediti sulla mia gioia se vuoi

Rubala e ritornerà

Tutto l’oro che mi annoia da un pò

Credimi non curerà

Io non cerco più

Il passato che ho

Io non cerco più

Nella fine del mondo, la fine tra noi

Santa pace che c’è

Avrò cura di me

Delle poche certezze

Avrò cura di quello che resta

E che a volte non so più capire

Avrò cura di me

Delle mie debolezze

Avrò cura di quello che resta

E che a volte non so più lenire

Avrò cura di me

Sono tutte le parole che non so più pronunciare

A dovermi ricordare che non posso rinunciare

Insisti

E spaccati la mente

Quando la forza sarà esaurita sarà più vero

Sorprendersi

Insisti

Tu non sei qui per niente

Hai tanto di quell’ora in bocca che accecherà

E se dovessi sbagliare tanto

E se dovessi sbagliare tutto

E se ora sbagliassi ancora

Giurami che ti perdonerai

Il tempo si prenderà cura

Sulla scia del tuo Nirvana

Ti sveglierai e non avrai più male

Hai tutto il tempo che vuoi per diventare chi sei

E diventerai grande

Sotto la pelle le debolezze

E dentro gli occhi un pò di me

Ti do la forza che io non ho

Ed il coraggio che manca a me

E se dovessi sbagliare ancora

Ti giuro che io ti capirei

Il tempo si prenderà cura

Sulla scia del tuo Nirvana

Ti sveglierai e non avrai più male

Hai tutto il tempo che vuoi per diventare chi sei

E sarà bellissimo

Sentirti vicino

Anche dal punto più distante che c’è

Impara un pò a perderti

Ovunque sei

Ti troverai

E se cadrai ti volterai

A pancia in su

Ti stupirai

Dimmi se almeno esisti

O ti nascondi ancora un pò

Non finisce mai

È una strada che porta lontano

Ad un passo da te

Ma non ti prendo la mano

Perché dipende da me

Dipende da quanto mi amo

Non finisce mai l’attimo

E sarai nero sopra nero

Per mostrarti in controluce

E sarai un ‘imperfezione

Anima bella sei

Dimmi se almeno esisti

O ti confondi ancora un pò

Sei quello che non dici mai

Ogni nodo dentro ai no

Non finisce mai

È una strada che porta lontano

Ad un passo da te

Ma non ti prendo la mano

Perché dipende da me

Dipende da quanto mi amo

Non finisce mai l’attimo

Now it’s time to change

I wanna free the voice

Scusami scusami scusa tanto se

Odio le morali quelle delle 3

Il pessimismo mi si attacca addosso

Scusami scusami scusa tanto se

Mi porto addosso tutto il mio fastidio

Sono fuori luogo

È il mio disagio lo riconosco

Sorprendimi se lo vuoi

Resta con me

Ora o mai

Ma come quando mi dicevi che

La vita è breve e non la sprecherai

Ma come gli alberi non si spostano

E come le persone non cambiano

Noi siamo ancora qui

Ancora con gli sguardi complici

Insieme e soli

Scusami scusatemi scusami se

Non abbraccio tutti è più forte di me

Io sto bene sola

Con il mio mal di testa

Fidarsi è bene

Non fidarsi è bene

Una lama in bocca quando ci conviene

Festa finita inizia la festa

Sorprendimi se lo vuoi

Resta con me

Ora o mai

Ma come quando mi dicevi che

La vita è breve e non la sprecherai

Ma come gli alberi non si spostano

E come le persone non cambiano

Noi siamo ancora qui

Ancora con gli sguardi complici

Insieme e soli

Tutto bene qui va tutto bene

Io qui nella mia guerra

Assolvo la tua resa

Aspettando quando

Mi ritroverai

Si mi sento sola

Senza ombre

Cosa può mai finire se non so mai cosa

Può iniziare da qua

E mi domando se

Non ci sia da odiare

Il vuoto che è in me

Mi sta consumando piano

E tu, tu vuoi di più

Milioni di forze che non ho

Nella mia bocca sempre e solo buio

Ma no, non sparirò

Io ferma qui non sparirò

Sono il fantasma della mia buona intenzione

Aspettando quando

Ti deciderai

La mia colpa grida

E la mia testa brucia

I miei passi fermi e

Io mi domando se

Non ci sia da odiare

Il vuoto che è in me

Mi sta consumando piano

E tu, tu vuoi di più

Milioni di forze che non ho

Nella mia bocca sempre e solo buio

Ma no, non sparirò

Io non sparirò

Il mio posto è qui

Come se io fossi via

How long have I been here?

Hai la voce rotta

Di chi si è spezzato dentro e soffoca

E ad ogni presa d’aria

Tieni a mente il tempo

Per vedere quanto ancora ce n’è

Hai il vento dentro

Con i segni nelle ossa

Di chi si è fidato e alla fine poi

La pagherà

Hai il vento dentro

E ti spezzerai le mani per tenerti saldo

Fino a qui

Ti spezzerai le mani ma sarai

Acqua sole mare vento

Tu.

Hai la pelle bianca

Di chi dorme troppo per sbiadire la realtà

E con i sogni stanchi cosi stanchi

Da sembrare morti ma

Ti passerà

Hai il vento dentro

E ti spezzerai le mani per tenerti saldo

Fino a qui

Ti spezzerai le mani ma sarai ..

Acqua sole mare vento

Sarai

E solleverai il deserto

Sai che non è

Mai stato facile

Questo mare mi calma

E tu lo sai com’è

Com’è insidioso il limite

Quando davvero non ci si sente più

Con gli occhi che hai parlami ancora un pò

Se dio esistesse lui

Ci ascolterebbe

E non fare promesse che non manterrai

l’orizzonte poi negli occhi si confonde sempre

Io non dirò le frasi di cui hai bisogno tu

L’infinito non ha spazi

Sai che non ho

Mai avuto complici

Tranne la mia mente

Siamo come barche

Delle barche vuote

Ci remiamo contro

Contro ad ogni costo

Ci illudiamo sempre di essere nel giusto

Quando non ci si crede più

E non fare promesse che non manterrai

l’orizzonte poi negli occhi si confonde sempre

Io non dirò le frasi di cui hai bisogno tu

L’infinito non ha spazi

Copyright 2020 © Alteria. Tutti i diritti riservati